birra

Birra non solo da gustare, trattamenti per capelli forti e lucenti

In Fai da Te, Trucchi & Bellezza, Wellness, Salute & Fitness by Marida

Vi sveliamo i segreti della birra che oltre da gustare fresca ha proprietà benefiche per i nostri capelli.

La birra, oltre ad essere una bevanda molto gustosa e rinfrescante, è ricca di proprietà che posso dare benefici ai nostri capelli. Grazie al malto e al luppolo riesce a rigenerare le cellule capillari lasciando capelli morbidi e splendenti. Le proprietà della birra derivano dalle vitamine del gruppo B zuccheri e potassio, le proteine e gli antiossidanti contenuti in questa bevanda aiutano a combattere la caduta e la secchezza rafforzando i capelli alla radice e donandoci una chioma forte e brillante.

Farmacia Loreto Image Banner 728 x 90

Procedimento
birra

birra chiara. photo credit: datamanager.it

Per il trattamento è necessaria una birra chiara da 33 cl, anche a basso costo, è necessario eliminare l’anidride carbonica presente, quindi travasate la bibita da un contenitore all’altro fino a far sparire la schiuma. Se per caso avete in frigo una lattina aperta ormai sgasata non buttatela perché è l’ideale per questo trattamento.

Per prima cosa è necessario lavare i capelli normalmente con lo shampoo. Dopodiché risciacquate e tamponate bene per togliere l’acqua in eccesso e districate i capelli con il pettine per semplificare l’applicazione.

Versate la birra in una bacinella, diluitela con l’acqua tiepida e applicatela sui capelli in maniera uniforme. Dopodiché avvolgete la testa in un asciugamano e lasciate riposare per qualche minuto.

Effetto schiarente: tenete conto che la birra ha anche un effetto schiarente quindi se volete solo rinforzare tenete in posa sola per 5 minuti. Se invece volete donare ai vostri capelli anche qualche riflesso dorato tenere per almeno 15 minuti.

Terminato il tempo di posa, procedete ad un primo risciacquo, con acqua calda corrente, massaggiando bene e applicare il balsamo per coprire l’odore della bibita.

Birra e olio di jojoba: effetto districante
birra

olio di jojoba. photo credit: saluteopinioni.it

Abbinata all’olio di jojoba potrà risultare un ottimo balsamo per i vostri capelli rimpiazzando i balsami tradizionali. Mischiate in un recipiente un cucchiaio olio odi jojoba e mezzo bicchiere di birra fredda, poi versate il tutto sui capelli e massaggiate costantemente dal cuoio capelluto fino alle punte. Lasciate agire per qualche minuto e sciacquate bene con acqua tiepida.

Birra e aceto di mele: per capelli crespi
birra

aceto di mele. photo credit: forzavitale.net

Unita all’aceto di mele è ideale per capelli crespi e secchi. Miscelate ¼ di litro di birra e 10 gocce di aceto di mele per ottenere una lozione da applicare sui capelli. Lasciate agire il composto per almeno 5 minuti massaggiando costantemente e poi risciacquare i capelli.

Birra e succo di limone: effetto lisciante
birra

succo di limone. photo credit: mangostano.eu

Se volete capelli più lisci e più lucenti questa bevanda e il succo di limone potranno aiutarvi. Mischiate in un bicchiere la birra con mezza tazza di succo di limone. Applicate sui capelli dopo lo shampoo, lasciate agire per qualche minuto e lavate con un balsamo.

 

 

Interessante?

Puoi condividerlo con i tuoi amici e conoscenti o lasciare un commento. La tua opinione per noi è importante!
Continua a navigare il magazine LIFE - Mondo Persona attraverso le varie categorie (in alto) o gli articoli correlati che trovi di seguito.

Birra non solo da gustare, trattamenti per capelli forti e lucenti ultima modifica: 2017-06-22T12:21:22+00:00 da Marida
The following two tabs change content below.

Marida

Come disse un filosofo la via più breve per giungere a se stessi gira intorno al mondo, non potrei essere più d’accordo! Per me viaggiare è una necessità perché apre la mente e l’anima, è il miglior modo per crescere e conoscere se stessi. Per questo, non appena ho l’occasione scappo verso una nuova destinazione e una nuova avventura! Adoro anche il buon cibo, il cinema e scrivere di tutto ciò!
Condividi questo articolo su: